Chasse Royale Verde

Quantità: Visualizza il Carrello
Una giacca che stupisce non solo per la sua storia, ma anche per l'originalità della fattura. Verso la metà del XIX secolo, il re Vittorio Emanuele II, appassionato cacciatore, soleva frequentare il Distretto di Caccia di Aosta, L'uniforme dei suoi guardia caccia era composta da un gilet sovrapposto a una giacca, entarmbi caratterizzati da molteplici tasche esterne. Interamente realizzata da artigiani italiani, Chasse Royale rievoca quel gusto sabaudo, reinterpretandolo. Sulla pratica giacca in morbido velluto a coste è applicato un gilet in fustagno, le numerose tasche ripropongono uno stile funzionale ed elegantemente sportivo. La fodera interna è quella ben nota a chi indossa già Lodra'™: l'esclusivo disegno scozzese nei colori Valgrisa® . I bottoni, anticamente impressi con lo stemma della Real Casa, sono realizzati in zama, una moderna lega metallica, stampabile ad alte temperature, e recano il logo Chasse Royale™, a ricordo delle uniformi reali.
Chasse Royale è realizzata in velluto e fustagno (marrone o verde), cashmere e e fustagno oppure solo cashmere, le ultime due versioni esclusivamente su ordinazione. Pratica, moderna e originale con le sue ben undici tasche. Il taglio unico, il comfort, la vestibilità, le rifiniture pregiate realizzate in esclusiva da artigiani italiani (nelle versioni in cashmere le asole sono fatte a mano singolarmente), ne fanno un capo unico, in vero stile montagnard, apprezzato da chi ama evocare il mondo della caccia con stile.
La tasca esterna destra di Chasse Royale nasconde un libro, un omaggio per i clienti Valgrisa. Scritto a più mani da un gruppo di amici di Valgrisa e della Valle d’Aosta: Roberta Rio, Francesco Marone Cinzano, Enrico Martinet, Luciano Barbera e Pietro Passerin d’Entreves, che ha firmato l’introduzione. Un volume che racconta la caccia senza pretese accademiche, ma come piacere di raccontare esperienze e punti di vista, dalla caccia strategica e strutturata, come avveniva ai tempi di casa Savoia, a quella più tattica, quasi destrutturata, come nel racconto di Martinet. Insieme alle pubblicazioni che accompagnano Lodrà, La Chatelaine e 1865, il volume compone la piccola biblioteca alpina dedicata a chi si riconosce nell’eleganza e nello stile Valgrisa.

Copyright 2015 Valgrisa®